La finale di Champions League sarà Juventus Real Madrid. I madrileni potrebbero essere i primi a vincere due Champions League consecutive, mentre la Juventus vuole interrompere un digiuno di ben 21 anni. Sarà la stessa finale che vedemmo nel 1998, quando all’Amsterdam Arena i blancos ebbero la meglio sui piemontesi per 1-0, grazie ad un gol, in offside, del serbo Pedrag Mijatovic.

Juventus Real Madrid, 19 anni dopo

Juventus Real Madrid, 1998, Finale Champions League
Juventus Real Madrid, 1998

Oggi sarà Massimiliano Allegri contro Zinedine Zidane, che allora la giocò quella gara, ma da bianconero. Entrambi hanno conquistato due finali di Champions League, e sono lanciatissimi nel diventare tra i migliori coach al mondo. Allora, invece, c’erano due maestri sulle panchine: Marcello Lippi e Jupp Heynckes

Tantissimi volti noti tra le due squadre, ma anche gente scomparsa dai radar calcistici. Vediamo dove sono i protagonisti che disputarono quel Juventus Real Madrid.

Juventus

  • Angelo Peruzzi: club manager della Lazio.
  • Moreno Torricelli: non ha sfondato come allenatore, ha fatto anche il supervisore di formazioni giovanili.
  • Paolo Montero: allenatore del Rosario Central, in Argentina.
  • Mark Iuliano: qualche discreta esperienza da allenatore tra Pavia e Latina, adesso fermo.
  • Angelo Di Livio: commentatore e opinionista per diverse emittenti tv, radiofoniche e testate giornalistiche.
  • Gianluca Pessotto: team manager Juventus Primavera.
  • Edgar Davids: dal 2013 ricopre l’incarico speciale di portabandiera della Juventus nel mondo.
  • Zinedine Zidane: allenatore del Real Madrid. Buffo, vero?
  • Filippo Inzaghi: allenatore del Venezia.
  • Alessandro Del Piero: dal 2015 opinionista Sky.
  • Alessio Tacchinardi: dal 2014 opinionista Mediaset Premium.
  • Antonio Conte: allenatore del Chelsea.
  • Daniel Fonseca: procuratore sportivo.

 

Real Madrid

  • Bodo Illgner: commentatore per Sky Deutschland e Al Jazeera Sport.
  • Christian Panucci: allenatore, ma al momento senza squadra. Opinionista Sky.
  • Manuel Sanchis: capitano per quell’occasione, totalmente scomparso dia radar calcistici.
  • Fernando Hierro: allenatore del Real Oviedo.
  • Roberto Carlos: diverse esperienze da allenatore tra Russia, Turchia e India. Dal 2016 collabora con la cantera del Real, di cui è ambasciatore del club in Asia.
  • Fernando Redondo: dopo il calcio, l’eccentrico argentino ha fatto perdere le sue tracce.
  • Christian Karembeu: attuale talent scout per l’Arsenal.
  • Clarence Seedorf: non fortunate le sue esperienze da allenatore al Milan e in Cina. La UEFA, nel 2014, lo nomina “Ambasciatore Globale Uefa per la Diversità e il Cambiamento”.
  • Raul Gonzalez Blanco:  direttore tecnico del settore giovanile dei New York Cosmos.
  • Fernando Morientes: non fortunato da allenatore, specie agli spagnoli del Fuenlabrada.
  • Pedrag Mijatovic: riapparso dal 2006 al 2009 epr aver fatto il ds al Real Madrid. Da allora sembra si sia allontanato dai riflettori.
  • Jaime Sanchez Fernandez: nessuno si ricorda di questo spagnolo, che entrò a gara in corso, e nessuno sa che fine abbia fatto.
  • Josè Emilio Amavisca: anche l’ex Deportivo sembra essersi fatto da parte dopo il ritiro.
  • Davor Suker: già presidente della federazione calcistica della Croazia e membro della Commissione Calcio dell’Uefa, Davor è vicepresidente della Commissione consultiva Marketin e membro del Comitato Esecutivo UEFA.