Si avvicina la rassegna di Russia 2018: mancano solo una decina di giorni e anche questo campionato del mondo avrà inizio. Per alcuni è spasmodica attesa, per altri sarà una sofferenza perchè, il Mondiale, lo guarderanno da casa. Così come tutti noi italiani, ci sono diversi (grandi) calciatori che non sono riusciti ad avere un posto tra i 23 della propria Nazionale. Per questi calciatori si avvicina, quindi, un Mondiale da divano.

Non considero i giocatori le cui Nazionali non parteciperanno ai mondiali. Per intenderci, non elencherò, fra i vari nomi, gente come Bale, Aubameyang, Dzeko, Verratti, Alaba, Robben, Van Dijk, Oblak, Alexis Sanchez e così via, semplicemente perchè le loro Nazionali non saranno in Russia. Ma c’è tutto un nugolo di calciatori che fino all’ultimo hanno sperato di far parte della rosa del proprio Paese che, a dispetto loro, parteciperà ai mondiali. Ecco l’elenco dei migliori.

Gli esclusi di Argentina, Belgio Brasile e Francia

  • Javier Pastore (Paris Saint Germain), Argentina
  • Mauro Icardi (Inter), Argentina
  • Radja Nainggolan (Roma), Belgio
  • Alex Sandro (Juventus), Brasile
  • Allan (Napoli), Brasile
  • David Luiz (Chelsea), Brasile
  • Adrien Rabiot (Paris Saint Germain), Francia
  • Alexandre Lacazette  (Arsenal), Francia
  • Anthony Martial (Manchester United), Francia
  • Aymeric Laporte (Manchester City), Francia
  • Benoit Costil (Bordeaux), Francia
  • Dimitri Payet (Marsiglia), Francia
  • Geoffrey Kondogbia (Valencia), Francia
  • Karim Benzema (Real Madrid), Francia
  • Kingsley Coman (Bayern Monaco), Francia
  • Layvin Kurzawa (Paris Saint Germain), Francia

Gli esclusi di Germania, Inghilterra, Portogallo, Spagna e…

  • Bernd Leno (Bayer Leverkusen), Germania
  • Emre Can (Liverpool), Germania
  • Jonathan Tah (Bayer Leverkusen), Germania
  • Leroy Sané (Manchester City), Germania
  • Mario Gotze (Borussia Dortmund), Germania
  • Jack Wilshere (Arsenal), Inghilterra
  • Joe Hart (Manchester City), Inghilterra
  • Joao Cancelo (Inter), Portogallo
  • Renato Sanches (Swansea), Portogallo
  • Ruben Neves (Wolverhampton), Portogallo
  • Alvaro Morata (Chelsea), Spagna
  • Cesc Fabregas (Chelsea), Spagna
  • Hector Bellerin (Arsenal), Spagna
  • Javi Martinez (Bayern Monaco) Spagna
  • Josè Callejon (Napoli), Spagna
  • Marc Bartra (Betis Siviglia), Spagna
  • Marcos Alonso (Chelsea), Spagna
  • Sergio Rico (Siviglia), Spagna
  • Suso (Milan), Spagna
  • Zlatan Ibrahimovic (LA Galaxy), Svezia

Salta subito all’occhio l’elenco, piuttosto lungo, di giocatori di Spagna, Germania e Francia, autentiche favorite, insieme alle sudamericane Brasile ed Argentina. Ci sono gli italiani Icardi, Callejon e Joao Cancelo alle prese con prestazioni positive, mentre non andrà neanche il futuro juventino Emre Can (più per noie fisiche che per altro).

Di certo sono le esclusioni di Nainggolan e Sanè a stupire, visto che Belgio e Germania hanno convocato, al loro posto, giocatori che non hanno fatto meglio dei due citati. Parliamo di Youri Tielemans, spesso in panchina col Monaco quest’anno, e Julian Brandt, ottimo prospetto, ma di sicuro inferiore a Leroy Sanè, uno dei trascinatori del Manchester City quest’anno.

Chiude la lista, in rigoroso ordine alfabetico, lo svedese Zlatan Ibrahimovic, che, finchè giocherà a calcio, ci si stupirà sempre per la sua assenza. Il giocatore del LA Galaxy avrebbe, da solo, aumentato lo charme di questa kermesse, ma il ct svedese avrà avuto i suoi (buoni) motivi per confermare coloro che hanno vinto il playoff. D’altronde non si butta fuori l’Italia tutti i giorni…

Privacy Preference Center