“Gomez? Ricordo un episodio del Papu. Giocava nel San Lorenzo e affrontava il Tigre. Ricordo un tunnel sulla bandierina del calcio d’angolo e questo mi accese una lampadina. Capii subito che aveva personalità e decisi di prenderlo per il Catania.

Queste le parole di Pietro Lo Monaco, ovvero colui che porto il Papu Gomez in Italia dall’Argentina. Fu così che il tascabile fantasista di Buenos Aires si fece conoscere dal calcio italiano. Tre stagioni ad incantare i tifosi del Catania, prima che quest’ultima realizzasse una buona plusvalenza. Gomez fu, appunto, ceduto in Ucraina, al Metalist Kharkiv. Ma dopo una sola stagione, l’argentino provava troppa nostalgia del calcio latino. Ecco quindi che passa all’Atalanta.

Tutti pazzi per Alejandro Dario Gomez, alias il Papu

In pochi avrebbero mai pensato che in 3 anni Alejandro Gomez avrebbe realizzato 26 gol in 95 presenze, preso la numero 10 e che sarebbe diventato capitano. Inoltre nella scorsa stagione, vera consacrazione del Papu, ha mandato al tiro 91 volte i suoi compagni di squadra. Dribblomane, ma anche altruista. tutte qualità non sfuggite a Ventura, che non ha mai perso occasione di ribadire la sua voglia di chiamarlo in azzurro.

Gomez, protagonista in Serie A, Europa League e…fantacalcio

Ma il traguardo più incredibile che il Papuè riuscito a raggiungere è stato il 4° posto della scorsa stagione. E l’Atalanta ritorna in Europa dopo oltre 20 anni. La stessa Atalanta che ha già ceduto Gagliardini, Kessiè, Conti e, tra un anno, Caldara. La firma dell’argentino per il rinnovo, visto gli interessamenti di Roma, Lazio e Inter, rappresenta la migliore mossa di mercato degli orobici. D’altronde uno come Gomez servirebbe come il pane alle squadre sopra menzionate.

Ma il Papu Gomez ha deciso di legarsi ancora di più a Bergamo e all’Atalanta. Per la gioia dei fantallenatori, che nell’argentino hanno trovato un talismano per vincere. Aspettiamoci altre gag con l’amico-compagno Petagna e tanti altri passi della Papu Dance allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia.