Neymar, Roberto Firmino, Brasile

Russia 2018, la Nazionale del Brasile in dieci punti

La Nazionale verdeoro è da sempre tra le favorite per la vittoria finale, da quando almeno la coppa del Mondo si chiamava Coppa Rimet. La Nazionale di Tite si presenta ai nastri di partenza come la favorita assoluta di questo Mondiale. D'altronde la rosa è di assoluto livello, ed è davvero difficile individuare dei punti deboli. Il Brasile si trova nel girone E con Svizzera, Costa Rica e Serbia.

Convocati e quotazioni della Nazionale del Brasile

Allenatore: Tite

Convocati:

  • Portieri: Alisson (Roma), Ederson (Manchester City), Cassio (Corinthians).
  • Difensori: Danilo (Manchester City), Fagner (Corinthians), Marcelo (Real Madrid), Filipe Luis (Atlético Madrid), Thiago Silva (PSG), Marquinhos (PSG), Miranda, Pedro Geromel (Gremio).
  • Centrocampisti: Casemiro (Real Madrid), Fernandinho (Manchester City), Paulinho (Barcellona), Fred (Shakhtar Donetsk), Renato Augusto (Beijing Guoan), Philippe Coutinho (Barcellona), Willian (Chelsea), Douglas Costa (Juventus).
  • Attaccanti: Neymar (PSG), Taison (Shakhtar Donetsk), Gabriel Jesus (Manchester City), Roberto Firmino (Liverpool).

Capitano: a rotazione

Calciatore più giovane: Gabriel Jesus (21 anni)

Calciatore più anziano:  Miranda (33 anni)

Calciatore più quotato: Neymar (180 mln di euro)

Valore complessivo rosa: 981 mln di euro

Ranking FIFA: 2° posizione

Storico ed obiettivo

Partecipazioni ai Mondiali del Brasile: 20 (1930, 1934, 1938, 1950, 1954, 1958, 1962, 1966, 1970, 1974, 1978, 1982, 1986, 1990, 1994, 1998, 2002, 2006, 2010, 2014)

Miglior piazzamento: campione (1958, 1962, 1970, 1994, 2002)

Obiettivo: se ti chiami Brasile devi vincere. Non ci sono altre discussioni. Fra l'altro è una squadra senza evidenti punti deboli, e arriva a Russia 2018 con un parco attaccanti pari all'Argentina, che però dietro non ha gli uomini a cui può far affidamento Tite.

Guarda la scheda sulla Russia

Guarda la scheda sull'Uruguay

Guarda la scheda sull'Arabia Saudita

Guarda la scheda sull'Egitto

Guarda la scheda del Portogallo

Guarda la scheda della Spagna

Guarda la scheda del Marocco

Guarda la scheda dell'Iran

Guarda la scheda della Francia

Guarda la scheda della Danimarca

Guarda la scheda dell'Australia

Guarda la scheda del Perù

Guarda la scheda dell'Argentina

Guarda la scheda della Croazia

Guarda la scheda della Nigeria

Guarda la scheda del Brasile


Russia 2018, Mondiale

Come scommettere sul Mondiale 2018?

I campioni sono finiti, ma il calcio non si prenderà pause in questa estate 2018. Arriva il Mondiale, è la volta di Russia 2018. Il Paese russo non ha mai ospitato una rassegna iridata e c'è grandissima attesa in tal senso. È un Mondiale molto "ampio", nel senso che si arriverà a toccare mete davvero lontane fra loro, finendo, con la finale del 15 luglio, a Mosca, allo Stadio Luzhniki.

Chi sarà a spuntarla è davvero difficile ipotizzarlo, specie se si tiene conto che mai come questa volta, arrivano autentiche corazzate come Brasile, Germania, Francia e Spagna, con, apparentemente, alcun punto debole. A questo lotto di squadre va anche inquadrata l'Argentina, stellare in avanti, un po' meno dietro, e che spesso si perde sul più bello.

Le quote sul Mondiale

Il Mondiale rappresenta un'occasione incredibile per tantissimi aspetti: noi dell'Italia, che ce ne staremo in disparte, lo sappiamo bene. Lavoreranno meno i locali, guadagneranno di meno le tv e, probabilmente, anche i bookmakers registreranno un calo visto che molti accoppiavano il sentimento azzurro, con la speranza di racimolare qualche soldo, azzeccando una scommessa vincente. Però, non bisogna troppo fossilizzarsi, il Mondiale si giocherà comunque e le occasioni per divertirsi ci sono comunque. Ad esempio siti come Siti Scommesse 24 lavorano comunque, anzi anche in modo più eccellente, sul come consigliare e far orientare le persone, magari meno esperte, nel mondo dei bookmakers.

Questo portale da infatti una serie di news, suggerimenti e consigli su come giostrarsi nel mondo del betting, favorendone la comprensione a chi magari è un novizio. Ecco perchè vi sono diverse recensioni di bookmakers, al fine di poter scegliere quello che maggiormente si addice al proprio modo di giocare.

Una volta scelto un bookmaker, c'è una scelta infinita di combinazioni e quote da giocare. Oltre che alle singole gare da poter giocare live, si potrà puntare su diversi tipi di giocate. Ad esempio si può scommettere su quale nazionale si pensi arriverà in fondo, o su chi passerà il turno, fino a scommettere anche sulle prestazioni dei singoli giocatori, puntando, ad esempio, su chi sarà il capocannoniere del torneo e chi magari ha sfornato il maggior numero di assist vincenti ai compagni.

Nessuna iscrizione da pagare e un bonus da ricevere

I vari bookmakers privilegiano il rapporto con i clienti incentivando la loro iscrizioni con bonus che vengono assegnati ai nuovi iscritti. Alcuni bookmakers attribuiscono corposi bonus al fine da incoraggiare una puntata. Chiaramente questa è una buona idea per chi non è solito giocare e scommettere, e vuole farlo per la kermesse iridata di Russia 2018. Ecco quindi spiegato come scommettere sul calcio.


Islanda, Mondiali, Russia 2018

Russia 2018, la Nazionale dell'Islanda in dieci punti

È una della nazionali più attese. Insieme a Panama è la debuttante di questo Mondiale. Parliamo dell'Islanda che ha fatto sognare non solo i suoi tifosi, ma anche quelli di tutta EUropa due anni fa, in Francia, per Euro 2016. L'Islanda sarà un terribile cenerentola, lo sanno bene Argentina, Croazia e Nigeria che formano, insieme ai Strákarnir okkar (soprannome degli islandesi), il girone D.

Convocati e quotazioni della Nazionale dell'Islanda

Allenatore: Heimir Hallgrímsson

Convocati:

  • Portieri - Halldorsson (Randers), Runarsson (Nordsjælland), Schram (Roskilde).
  • Difensori - Arnason (Aberdeen), Skulason (Lokeren), Saevarsson (Valur), Ingason (Rostov), Magnusson (Bristol City), Eyjolfsson (Levski Sofia), R. Sigurdsson (Rostov), Fridjonsson (Valerenga).
  • Centrocampisti - Gudmundsson (Burnley), Bjarnason (Aston Villa), Traustason (Malmoe), Hallfredsson (Udinese), Sigurdsson (Everton), O.Skulason (Karabükspor), Gislason (Sandhausen), Gunnarson (Cardiff).
  • Attaccanti - Finnbogason (Augusta), Sigurdarson (Rostov), Bodvarsson (Reading), Gudmundsson (Burnley).

Capitano: Gunnarson (77 presenze)

Calciatore più giovane: Gudmundsson (20 anni)

Calciatore più anziano:  Arnason (35 anni)

Calciatore più quotato: Sigurdsson (30 mln di euro)

Valore complessivo rosa: 76,05 mln di euro

Ranking FIFA: 22° posizione

Storico ed obiettivo

Partecipazioni ai Mondiali dell'Islanda: esordiente

Miglior piazzamento: -

Obiettivo: si pensa sempre che una squadra che faccia il suo esordio nella fase finale di una Coppa del Mondo abbia già vinto il suo Mondiale. Benché l'Islanda sia in un girone di ferro, siamo convinti che la tenacia della squadra di Hallgrímsson saprà farsi valere. Difficile ripetere l'exploit di Euro 2016, però l'Islanda deve e può provare ad accarezzare l'idea di arrivare ai quarti. Messi e Modric permettendo.

Guarda la scheda sulla Russia

Guarda la scheda sull'Uruguay

Guarda la scheda sull'Arabia Saudita

Guarda la scheda sull'Egitto

Guarda la scheda del Portogallo

Guarda la scheda della Spagna

Guarda la scheda del Marocco

Guarda la scheda dell'Iran

Guarda la scheda della Francia

Guarda la scheda della Danimarca

Guarda la scheda dell'Australia

Guarda la scheda del Perù

Guarda la scheda dell'Argentina

Guarda la scheda della Croazia

Guarda la scheda della Nigeria


Nigeria

Russia 2018, la Nazionale della Nigeria in dieci punti

La Nigeria non è più quella dei tempi d'oro, che conquisto l'oro di Atlanta, grazie ai vari Kanu, Babngida e così via. Però la nazionale africana rappresenta spesso un'ostacolo duro da affrontare per via della sua fisicità Lo sanno bene le altre squadre del girone D con cui la Nigeria giocherà, ovvero Argentina, Croazia ed Islanda.

Convocati e quotazioni della Nazionale della Nigeria

Allenatore: Gernot Rohr

Convocati:

  • Portieri: Ikechukwu Ezenwa (Enyimba FC); Francis Uzoho (Deportivo La Coruna); Daniel Akpeyi (Chippa United).
  • Difensori: Abdullahi Shehu (Bursaspor FC); Tyronne Ebuehi (Ado Den Haag); Elderson Echiejile (Cercle Brugge KSV); Brian Idowu (Amkar Perm); Chidozie Awaziem (Nantes FC); William Ekong (Bursaspor FC); Leon Balogun (FSV Mainz 05); Kenneth Omeruo (Kasimpasa FC).
  • Centrocampisti: Mikel John Obi (Tianjin Teda); Ogenyi Onazi (Trabzonspor FC); Wilfred Ndidi (Leicester City); Oghenekaro Etebo (UD Las Palmas); John Ogu (Hapoel Be’er Sheva); Joel Obi (Torino FC).
  • Attaccanti: Ahmed Musa (CSKA Moscow); Kelechi Iheanacho (Leicester City); Victor Moses (Chelsea FC); Odion Ighalo (Changchun Yatai); Alex Iwobi (Arsenal FC); Nwankwo Simeon (Crotone FC)

Capitano: Obi (83 presenze)

Calciatore più giovane: Uzoho (19 anni)

Calciatore più anziano:  Akpeyi (31 anni)

Calciatore più quotato: Ndidi (25 mln di euro)

Valore complessivo rosa: 134.75 mln di euro

Ranking FIFA: 41° posizione

Storico ed obiettivo

Partecipazioni ai Mondiali della Croazia: 5 (1994, 1998, 2002, 2010, 2014)

Miglior piazzamento: ottavi di finale (1994, 1998, 2014)

Obiettivo: non penso di dire un'eresia se considero il girone D come il girone di ferro di questo Mondiale di Russia 2018. Lo sanno bene le Super Aquile nigeriane, a cui si chiede di provarci quantomeno ad eguagliare il risultato migliore ottenuto sinora ad un mondiale, ovvero gli ottavi di finale.

Guarda la scheda sulla Russia

Guarda la scheda sull'Uruguay

Guarda la scheda sull'Arabia Saudita

Guarda la scheda sull'Egitto

Guarda la scheda del Portogallo

Guarda la scheda della Spagna

Guarda la scheda del Marocco

Guarda la scheda dell'Iran

Guarda la scheda della Francia

Guarda la scheda della Danimarca

Guarda la scheda dell'Australia

Guarda la scheda del Perù

Guarda la scheda dell'Argentina

Guarda la scheda della Croazia


Luka Modric, Croazia

Russia 2018, la Nazionale della Croazia in dieci punti

La Nazionale croata arriva alla rassegna mondiale con una rosa di altissimo livello e che sembra aver raggiunto anche una certa maturità, pronta a fare da contraltare alla sbarazzina gioventù presente in dose massiccia. I successi di Rakitic e Modric catapultano la Croazia a svolgere un ruolo importante, risultando, insieme magari al Belgio, la migliore outsider. Nel girone D sfideranno Argentina, Nigeria ed Islanda.

Convocati e quotazioni della Nazionale della Croazia

Allenatore: Zlakto Dalic

Convocati:

  • Portieri: Danijel Subasic (Monaco), Lovre Kalinic (Gent), Dominik Livakovic (Dinamo Zagabria)
  • Difensori: Vedran Corluka (Lokomotiv Mosca), Domagoj Vida (Besiktas), Ivan Strinic (Sampdoria), Dejan Lovren (Liverpool), Sime Vrsaljko (Atlético Madrid), Josip Pivaric (Dinamo Kiev), Tin Jedvaj (Bayer Leverkusen), Duje Caleta-Car (RB Salisburgo)
  • Centrocampisti: Luka Modric (Real Madrid), Ivan Rakitic (Barcellona), Mateo Kovacic (Real Madrid), Milan Badelj (Fiorentina), Marcelo Brozovic (Inter), Filip Bradaric (Rijeka)
  • Attaccanti: Mario Mandzukic (Juventus), Ivan Perisic (Inter), Nikola Kalinic (Milan), Andrej Kramaric (Hoffenheim), Marko Pjaca (Schalke 04), Ante Rebic (Eintracht Francoforte)

Capitano: Modric (105 presenze)

Calciatore più giovane: Caleta-Car (21 anni)

Calciatore più anziano:  Subasic (33 anni)

Calciatore più quotato: Rakitic (50 mln di euro)

Valore complessivo rosa: 354,50 mln di euro

Ranking FIFA: 15° posizione

Storico ed obiettivo

Partecipazioni ai Mondiali della Croazia: 4 (1998, 2002, 2006, 2014)

Miglior piazzamento: 3° posto (1998)

Obiettivo: pensare che la Croazia possa vincere il Mondiale è un attimo azzardato. È una gran bella squadra, ma ci sono diverse squadre maggiormente attrezzate per la vittoria finale. Ma sappiamo anche che la vittoria di un torneo non è la somma dei singoli, quanto la forza di un gruppo. Quindi questa Croazia potrebbe puntare tranquillamente alle semifinali del torneo.

Guarda la scheda sulla Russia

Guarda la scheda sull'Uruguay

Guarda la scheda sull'Arabia Saudita

Guarda la scheda sull'Egitto

Guarda la scheda del Portogallo

Guarda la scheda della Spagna

Guarda la scheda del Marocco

Guarda la scheda dell'Iran

Guarda la scheda della Francia

Guarda la scheda della Danimarca

Guarda la scheda dell'Australia

Guarda la scheda del Perù

Guarda la scheda dell'Argentina


Lionel Messi, Argentina

Russia 2018, la Nazionale dell'Argentina in dieci punti

L'Albiceleste allenata da Jorge Sampaoli si è qualificata ai Mondiali di Russia 2018 per il rotto della cuffia. È quasi una costante di questa Argentina, cioè essere bella e dannata, con un potenziale offensivo senza eguali, ma che sul più bello non riesce a sferrare il colpo decisivo. Girone tosto per i sudamericani, che si trovano nel raggruppamento D con Croazia, Nigeria ed Islanda.

Convocati e quotazioni della Nazionale dell'Argentina

Allenatore: Jorge Sampaoli

Convocati:

  • Portieri: Nahuel Guzman (Tigres), Wilfredo Caballero (Chelsea), Franco Armani (River Plate).
  • Difensori: Gabriel Mercado (Siviglia), Cristian Ansaldi (Torino), Nicolas Otamendi (Manchester City), Federico Fazio (Roma), Marcos Rojo (Manchester United), Nicolas Tagliafico (Ajax), Marcos Acuna (Sporting Lisbona).
  • Centrocampisti: Javier Mascherano (Hebei China Fortune), Eduardo Salvio (Benfica), Lucas Biglia (Milan), Giovani Lo Celso (PSG), Ever Banega (Siviglia), Manuel Lanzini (West Ham), Maximiliano Meza (Independiente), Angel Di Maria (PSG), Cristian Pavon (Boca Juniors).
  • Attaccanti: Paulo Dybala (Juventus), Lionel Messi (Barcellona), Sergio Aguero (Manchester City), Gonzalo Higuain (Juventus).

Capitano: Messi (124 presenze)

Calciatore più giovane: Lo Celso (22 anni)

Calciatore più anziano:  Caballero (36 anni)

Calciatore più quotato: Messi (180 mln di euro)

Valore complessivo rosa: 708 mln di euro

Ranking FIFA: 5° posizione

Storico ed obiettivo

Partecipazioni ai Mondiali dell'Argentina: 16 (1930, 1934, 1958, 1962, 1966, 1974, 1978, 1982, 1986, 1990, 1994, 1998, 2002, 2006, 2010, 2014)

Miglior piazzamento: Campione (1978, 1986)

Obiettivo: la vittoria del Mondiale manca da troppo tempo (32 anni), ed una Nazionale così ricca di stelle, come l'Argentina, non può far passare così tanto tempo. Specie se tra le tue fila c'è uno dei migliori calciatori di ogni tempo. Proprio Messi dovrà trascinarsi sulle spalle la squadra e provare a trionfare, scacciando via i fantasmi della finale persa nel 2014.

Guarda la scheda sulla Russia

Guarda la scheda sull'Uruguay

Guarda la scheda sull'Arabia Saudita

Guarda la scheda sull'Egitto

Guarda la scheda del Portogallo

Guarda la scheda della Spagna

Guarda la scheda del Marocco

Guarda la scheda dell'Iran

Guarda la scheda della Francia

Guarda la scheda della Danimarca

Guarda la scheda dell'Australia

Guarda la scheda del Perù


Perù, Mondiale Russia 2018

Russia 2018, la Nazionale del Perù in dieci punti

Il Perù rientra ad una competizione iridata dopo ben 36 anni dall'ultima volta. Pablo Guerrero e compagni hanno già estromesso, di fatto, il Cile campione d'America da Russia 2018, agguantando la qualificazione al Mondiale per mezzo dello spareggio thriller contro la Nuova Zelanda, vinto con il risultato totale di 2 a 0. Quindi occhio a dare il Perù spacciato solo perchè  si trova nel girone C, con Francia, Danimarca e Australia.

Convocati e quotazioni della Nazionale del Perù

Allenatore: Ricardo Garega

Convocati:

  • Portieri: Gallese (Veracruz), Caceda (Veracruz), José Carvallo (UTC)
  • Difensori: A.Rodríguez (Junior), C.Ramos (Veracruz), Advincula (BUAP), Corzo (Universitario de Deportes), Trauco (Flamengo), M.Araujo (Alianza Lima), Loyola (Melgar), Santamaria (Puebla)
  • Centrocampisti: Yotun (Orlando City), Cueva (San Paolo), Tapia (Feyenoord), Flores (AaB), Aquino (BUAP), Peña (Granada), Cartagena (Veracruz)
  • Attaccanti: Hurtado (Vitoria de Guimaraes), Andy Polo (Portland Timbers), Farfan (Lokomotiv Mosca), André Carrillo (Watford), Raúl Ruidíaz (Morelia) Paolo Guerrero (Flamengo)

Capitano: Guerrero (87 presenze)

Calciatore più giovane: Tapia (22 anni)

Calciatore più anziano:  Guerrero (34 anni)

Calciatore più quotato: Carrillo (6 mln di euro)

Valore complessivo rosa: 37,00 mln di euro

Ranking FIFA: 11° posizione

Storico ed obiettivo

Partecipazioni ai Mondiali del Perù: 4 (1930, 1970, 1978, 1982)

Miglior piazzamento: Quarti di finale (1970)

Obiettivo: Ripetere l'exploit del Mondiale messicano è impresa assai ardua, visto le concorrenti al mondiale Russo. Ma il Perù è 11° nel Ranking Fifa: è davvero impossibile vederlo tra i primi 8? Probabilmente a Lima si festeggerà la qualificazione agli ottavi, come se fosse una finale.

Guarda la scheda sulla Russia

Guarda la scheda sull'Uruguay

Guarda la scheda sull'Arabia Saudita

Guarda la scheda sull'Egitto

Guarda la scheda del Portogallo

Guarda la scheda della Spagna

Guarda la scheda del Marocco

Guarda la scheda dell'Iran

Guarda la scheda della Francia

Guarda la scheda della Danimarca

Guarda la scheda dell'Australia


Nainggolan Radja, Belgio

I migliori calciatori esclusi da Russia 2018

Si avvicina la rassegna di Russia 2018: mancano solo una decina di giorni e anche questo campionato del mondo avrà inizio. Per alcuni è spasmodica attesa, per altri sarà una sofferenza perchè, il Mondiale, lo guarderanno da casa. Così come tutti noi italiani, ci sono diversi (grandi) calciatori che non sono riusciti ad avere un posto tra i 23 della propria Nazionale. Per questi calciatori si avvicina, quindi, un Mondiale da divano.

Non considero i giocatori le cui Nazionali non parteciperanno ai mondiali. Per intenderci, non elencherò, fra i vari nomi, gente come Bale, Aubameyang, Dzeko, Verratti, Alaba, Robben, Van Dijk, Oblak, Alexis Sanchez e così via, semplicemente perchè le loro Nazionali non saranno in Russia. Ma c'è tutto un nugolo di calciatori che fino all'ultimo hanno sperato di far parte della rosa del proprio Paese che, a dispetto loro, parteciperà ai mondiali. Ecco l'elenco dei migliori.

Gli esclusi di Argentina, Belgio Brasile e Francia

  • Javier Pastore (Paris Saint Germain), Argentina
  • Mauro Icardi (Inter), Argentina
  • Radja Nainggolan (Roma), Belgio
  • Alex Sandro (Juventus), Brasile
  • Allan (Napoli), Brasile
  • David Luiz (Chelsea), Brasile
  • Adrien Rabiot (Paris Saint Germain), Francia
  • Alexandre Lacazette  (Arsenal), Francia
  • Anthony Martial (Manchester United), Francia
  • Aymeric Laporte (Manchester City), Francia
  • Benoit Costil (Bordeaux), Francia
  • Dimitri Payet (Marsiglia), Francia
  • Geoffrey Kondogbia (Valencia), Francia
  • Karim Benzema (Real Madrid), Francia
  • Kingsley Coman (Bayern Monaco), Francia
  • Layvin Kurzawa (Paris Saint Germain), Francia

Gli esclusi di Germania, Inghilterra, Portogallo, Spagna e...

  • Bernd Leno (Bayer Leverkusen), Germania
  • Emre Can (Liverpool), Germania
  • Jonathan Tah (Bayer Leverkusen), Germania
  • Leroy Sané (Manchester City), Germania
  • Mario Gotze (Borussia Dortmund), Germania
  • Jack Wilshere (Arsenal), Inghilterra
  • Joe Hart (Manchester City), Inghilterra
  • Joao Cancelo (Inter), Portogallo
  • Renato Sanches (Swansea), Portogallo
  • Ruben Neves (Wolverhampton), Portogallo
  • Alvaro Morata (Chelsea), Spagna
  • Cesc Fabregas (Chelsea), Spagna
  • Hector Bellerin (Arsenal), Spagna
  • Javi Martinez (Bayern Monaco) Spagna
  • Josè Callejon (Napoli), Spagna
  • Marc Bartra (Betis Siviglia), Spagna
  • Marcos Alonso (Chelsea), Spagna
  • Sergio Rico (Siviglia), Spagna
  • Suso (Milan), Spagna
  • Zlatan Ibrahimovic (LA Galaxy), Svezia

Salta subito all'occhio l'elenco, piuttosto lungo, di giocatori di Spagna, Germania e Francia, autentiche favorite, insieme alle sudamericane Brasile ed Argentina. Ci sono gli italiani Icardi, Callejon e Joao Cancelo alle prese con prestazioni positive, mentre non andrà neanche il futuro juventino Emre Can (più per noie fisiche che per altro).

Di certo sono le esclusioni di Nainggolan e Sanè a stupire, visto che Belgio e Germania hanno convocato, al loro posto, giocatori che non hanno fatto meglio dei due citati. Parliamo di Youri Tielemans, spesso in panchina col Monaco quest'anno, e Julian Brandt, ottimo prospetto, ma di sicuro inferiore a Leroy Sanè, uno dei trascinatori del Manchester City quest'anno.

Chiude la lista, in rigoroso ordine alfabetico, lo svedese Zlatan Ibrahimovic, che, finchè giocherà a calcio, ci si stupirà sempre per la sua assenza. Il giocatore del LA Galaxy avrebbe, da solo, aumentato lo charme di questa kermesse, ma il ct svedese avrà avuto i suoi (buoni) motivi per confermare coloro che hanno vinto il playoff. D'altronde non si butta fuori l'Italia tutti i giorni...


Australia, Mondiali 2018 Russia

Russia 2018, la Nazionale dell'Australia in dieci punti

I canguri d'Oceania sono ormai una certezza della kermesse iridata. Stavolta l'Australia ha avuto la meglio sui centroamericani dell'Honduras, staccando il pass per Russia 2018. Nel girone i Socceros incontreranno Francia, Danimarca e Perù. Il girone è di quelli tosti, specie per una nazionale, come quella australiana, che non ha grandissimi nomi in rosa, se non il sempiterno Tim Cahill.

Convocati e quotazioni della Nazionale dell'Australia

Allenatore: Bert Van Marwijk

Convocati:

  • Portieri: Mat Ryan (Brighton), Danny Vukovic (Genk), Brad Jones (Feyenoord).
  • Difensori: difensori: Trent Sainsbury (Grasshoppers), Milos Degenek (Yokohama Marinos), Matt Jurman (Suwon Samsung), Mark Milligan (Al Ahli), Josh Risdon (Western Sydney), Aziz Behich (Bursaspor), James Meredith (Millwall).
  • Centrocampisti: Mile Jedinak (Aston Villa), Aaron Mooy (Huddersfield), Massimo Luongo (Queens Park Rangers), Jackson Irvine (Hull City), Tomi Rogic (Celtic), Dimitri Petratos (Newcastle Jets), Mathew Leckie (Hertha Berlino), Daniel Arzani (Melbourne City).
  • Attaccanti: Tim Cahill (Millwall), Tomi Juric (Lucerna), Andrew Nabbout (Urawa Red Diamonds), Jamie Maclaren (Darmstadt), Robbie Kruse (Bochum)

Capitano: Mile Jedinak (75 presenze)

Calciatore più giovane: Arzani (19 anni)

Calciatore più anziano: Cahill (38 anni)

Calciatore più quotato: Mooy (10 mln di euro)

Valore complessivo rosa: 49,55 mln di euro

Ranking FIFA: 39° posizione

Storico ed obiettivo

Partecipazioni ai Mondiali della Australia: 4 (1974, 2006, 2010, 2014)

Miglior piazzamento: Quarti di finale (1998)

Obiettivo: La nazionale di Van Marwijk deve superarsi se vuole puntare agli ottavi di finale, visto che un posto, con molta probabilità, è già prenotato dalla Francia. Avere la meglio sulla tecnica Danimarca e su un Perù che appare assai coriaceo, sarà davvero poco semplice. Ne vedremo delle belle.

Guarda la scheda sulla Russia

Guarda la scheda sull'Uruguay

Guarda la scheda sull'Arabia Saudita

Guarda la scheda sull'Egitto

Guarda la scheda del Portogallo

Guarda la scheda della Spagna

Guarda la scheda del Marocco

Guarda la scheda dell'Iran

Guarda la scheda della Francia

Guarda la scheda della Danimarca


Danimarca, Eriksen

Russia 2018, la Nazionale della Danimarca in dieci punti

La Danimarca si presenta al Mondiale di Rossia 2018, dopo un roboante playoff in cui ha schiantato l'Irlanda. Il doppio turno di novembre ha dato entusiasmo agli uomini di di Hareide, che si scoprono seconda forza del Girone C, in cui sono presenti anche Francia, Australia e Perù.

Convocati e quotazioni della Nazionale della Danimarca

Allenatore: Age Hareide

Convocati:

  • Portieri: K.Schmeichel (Leicester City), Ronnow (Brondby), Lössl (Huddersfield Town)

  • Difensori: Kjaer (Siviglia), P.Ankersen (FC Copenhagen), M.Jorgensen (Huddersfield Town), Stryger Larsen (Udinese), Knudsen (Ipswich Town), Bjelland (Brentford), Vestergaard (Borussia Mönchengladbach), Christensen (Chelsea), Dalsgaard (Brentford)

  • Centrocampisti: Kvist (FC Copenhagen), Eriksen (Tottenham), Schöne (Ajax), Delaney (Werder Brema), Pione Sisto (Celta Vigo), Mi.Jensen (Rosenborg), Lerager (Bordeaux), Krohn-Dehli (Deportivo La Coruña)

  • Attaccanti: Bendtner (Rosenborg), N.Jorgensen (Feyenoord), Y.Poulsen (RB Lispia), Cornelius (Atalanta), Braithwaite (Bordeaux), Fischer (FC Copenhagen), Dolberg (Ajax)

Capitano: Simon Kjaer (76 presenze)

Calciatore più giovane: Dolberg (20 anni)

Calciatore più anziano: Krohn-Dehli (34 anni)

Calciatore più quotato: Eriksen (80 mln di euro)

Valore complessivo rosa: 260,95 mln di euro

Ranking FIFA: 12° posizione

Storico ed obiettivo

Partecipazioni ai Mondiali della Danimarca: 4 (1986, 1998, 2002, 2010)

Miglior piazzamento: Quarti di finale (1998)

Obiettivo: i danesi arrivano ad un Mondiale finalmente con una rosa di un buon livello, che li potrebbe far eguagliare i quarti di finale raggiunti vent'anni fa. Tutte le luci su Eriksen, passando per Pione Sisto, fino all'intramontabile, estroverso, ma sempre presente, Niklaas Bendtner

Guarda la scheda sulla Russia

Guarda la scheda sull'Uruguay

Guarda la scheda sull'Arabia Saudita

Guarda la scheda sull'Egitto

Guarda la scheda del Portogallo

Guarda la scheda della Spagna

Guarda la scheda del Marocco

Guarda la scheda dell'Iran

Guarda la scheda della Francia